mercoledì 19 ottobre 2016

VELLUTO

Frina aveva degli amici particolari, i fenicotteri. Quando calò la notte, essi planarono sulla laguna e  vi lasciarono il colore del piumaggio a testimonianza del sangue reale versato.Una storia confortante, per quanto bizzarra. Un aiuto inaspettato e quanto di meglio si possa ricevere. Ma la pistola era ancora lì ben salda nella sua mano.  

Alboleik  emanava la solita finta calma. Non aveva l’irrequietezza dell’oceano, la sovrastante violenza delle sue onde, eppure il lago salato così come le montagne mostravano la loro ostilità ostentando fermezza. 
 Lo dicevano le voci sommesse nei meandri della montagna, lo dicevano le chiacchiere vivaci ai tavoli della mensa e sui divanetti della zona relax, trapelava dai discorsi seriosi degli scienziati e dalle battute malriuscite di Zac e compari. Lo sussurrava l’altipiano, le montagne, il lago salato e persino il cielo, eppure Brianna Cavendish continuava imperterrita.
























Quando la sopravvivenza è una continua lotta, chi può dirsi davvero innocente? Entrata in accademia giovanissima, Nicole, diciottenne fiera e con un gran senso del dovere, conosce bene la sua colpa. Vive in un mondo che gliela ricorda di continuo ed è figlia di una donna caparbia che tenta di salvare tutti gli altri da lei e quelli come lei. Ma quando si è colpevoli dalla nascita non è facile accettare il ruolo del carnefice. Si può solo fare del proprio meglio, ogni dannato giorno. Ora che sua madre, la grande Cavendish, sta per rimediare a uno dei più grandi sbagli dell’umanità, Nicole ha l’occasione di pareggiare i conti. Purtroppo le cose non andranno come previsto. Tra le distese di sale di Alboleik e le terre aride di Holey, Nicole perderà quel poco di certo che credeva di possedere, ma troverà inaspettate alleanze, nuove verità e avrà modo di riconciliarsi con se stessa. Una storia che racconta di vittime e carnefici, di incomprensioni, amori improbabili e soprattutto di quanto possa rivelarsi duro un mondo vellutato.



Recensione dal blog:A me piace leggere

Segnalazioni leggere Made in Italy
                                              
                                  Segnalazione dal blog La ragazza col Kindle
                                  Segnalazione dal blog Peccati di Penna
                                  Segnalazione dal blog La tana di una booklover
                                  Segnalazione dal blog: Emozioni tra le righe

venerdì 4 marzo 2016

Street food


                                                    eBook  

mercoledì 23 settembre 2015

                                                                   VIDEO

giovedì 27 novembre 2014

Non scherziamo!


























La passione per il crimine può essere coltivata solo davanti al televisore, comodamente seduti in poltrona.
Mettersi a giocare sul campo è un hobby pericoloso.  Guido Santarosa lo ha imparato a sue spese con la morte del cognato Alfredo.
Ma a quanto pare non gli è bastato.
Ora scoprirà che può nuocere alla mucosa gastrica, alla cervicale e soprattutto al









                                               

mercoledì 30 luglio 2014

SCRITTI CON IL CUORE








Quattro storie cattive fino in fondo. Quattro modi di raccontare il male.
Quattro protagonisti in balia delle proprie passioni: paura, vendetta, gelosia, rancore e tanto, troppo amore.